ENRICO RUGGERI A iMILANESIsiamoNOI:

ENRICO RUGGERI A iMILANESIsiamoNOI:

ADESSO UN FILM?

 

Se dobbiamo sognare, adesso un ruolo da attore in un film  mi piacerebbe. ma stiamo sognando… Un film d’azione, ovviamente. Non farei il genitore del ragazzino nella sit-com all’italiana. 

 

SAN SIRO?

 

La mia fortuna è stata avere la consapevolezza di due cose: che non avrei mai riempito San Siro e che non sarei mai scomparso. E cioè che facevo un tipo di musica che sarebbe rimasta sicuramente ma non sarebbe potuta piacere a tutti. Questo mi ha rasserenato perché non ho fatto troppi errori per inseguire delle chimere. Ci sono anche quelli che per cercare di andare a San Siro hanno perso anche quello che avevano. Ho fatto un’autoanalisi che si è rivelata azzeccata. Non sono scomparso, ho fatto tante canzoni importanti, ma non ho nelle mie caratteristiche quello di essere uno che fa il concerto a San Siro.

 

IL PROSSIMO SINDACO DI MILANO E LA POLITICA

Mi auguro che il prossimo sindaco di Milano sia uno che viene dall’amministrazione delle città e non dalla politica centrale. Non vorrei un grosso nome che in qualche modo viene parcheggiato a fare il sindaco perché quelli hanno quasi sempre fallito.
Io non farei il passo della politica perché scrivo canzoni, faccio concerti, scrivo libri, conduco un programma in radio. Mi auguro che oggi la politica sia destinata a persone esperte, amorevoli… che dedicano tutta la loro vita a questo. Quindi secondo questa ottica io non sarei in grado di fare il politico.

 

MOSCHEA E LEGALITA’

È una questione di civiltà. Il fatto che un cattolico in un paese arabo non possa mettersi nemmeno un crocifisso non vuol dire che noi,proprio per questo motivo, non dobbiamo far pregare le persone di un’altra religione che sono qui. Anzi. Se siamo più civili, perché no? Magari (bisognerebbe) dare una controllata al fatto che ci sono moschee dove si prega e altre dove ci si organizza per qualcosa di delittuoso. Io credo che una grande svolta sarebbe una grande manifestazione di tutti gli arabi pacifici che prendessero una posizione pubblica, in mezzo alla strada, contro il terrorismo. Quella sarebbe una svolta strategica da parte del  mondo arabo che io mi aspetto.

 

 

 

PER VEDERE L’INTERVISTA INTEGRALE DI ANDREA SCARPA A ENRICO RUGGERI:

 

http://imilanesi.nanopress.it/enrico-ruggeri-milanese-di-milano-58-anni-cantautore/

 

Caricato in data 29 settembre 2015 - 10:56 am